Le proprietà segrete dell’acido ialuronico

L’acido ialuronico si presenta come una sostanza trasparente e appiccicosa al tatto che viene prodotta in maniera naturale dal nostro corpo. La maggior parte si trova nella pelle, nei tessuti connettivi e negli occhi. La sua funzione principale è quella di mantenere intatta l’idratazione dei tessuti, affinché risultino adeguatamente umidificati e lubrificati in qualsiasi momento.

Ma le proprietà segrete di questo potente componente sono molte di più di quelle che si potrebbero immaginare, pertanto ne elenchiamo alcune nelle righe che seguono.

Partiamo dalla più nota e diffusa. Usato come integratore, l’acido ialuronico aiuta ad aumentare l’idratazione della pelle e a ridurre la visibilità delle rughe. I trattamenti topici leniscono i pruriti causati da arrossamenti e dermatiti, mentre alle iniezioni si ricorre spesso per conferire maggior tono alla pelle.

Applicare acido ialuronico direttamente su una ferita aperta favorisce il processo di cicatrizzazione della stessa. Questo è vero se si ricorre a soluzioni topiche, mentre ancora non è chiaro se effetti simili possano essere raggiunti anche tramite il ricorso a integratori.

Integratori all’acido ialuronico vengono invece spesso utilizzati per alleviare il dolore alle articolazioni nei soggetti affetti da osteoporosi. Tale somministrazione può avvenire anche tramite iniezione, ma non è esente da rischi.

Integratori contenenti acido ialuronico e solfato di condroitina possono, in alcuni soggetti, aiutare a contrastare i sintomi della malattia da reflusso gastroesofageo.

Trovandosi all’interno dell’occhio umano in forma naturale, l’acido ialuronico viene usato per realizzare in laboratorio le gocce per gli occhi atte a combattere la secchezza oculare. Non è molto chiaro se anche gli integratori siano, ad oggi, in grado di offrire i medesimi benefici.

Test condotti sugli animali suggeriscono che elevate dosi di acido ialuronico possano contribuire a combattere la riduzione della massa ossea, nota in medicina col nome di Osteopenia. C’è da dire tuttavia che ancora non sono stati condotti esperimenti sugli esseri umani.

L’acido ialuronico si è infine dimostrato un valido alleato nella lotta ai dolori causati da cisti alla vescica. Viene generalmente somministrato tramite catetere, poiché l’assunzione di integratori per vie orali potre non portare gli stessi risultati.